Prima Divisione: Virtus Duomo vs Arcella

  • 15 Dicembre 2021
  • Federico Agostini
  • 294 Views
vs

Ritorna in campo la nostra Prima Divisione che, dopo il rinvio della partita con i Gunners Cittadellesi, fa visita alla Pallacanestro Virtus Duomo, sul parquet della palestra Einaudi.

Baraldo e Costantini mescolano, com’è loro abitudine, le carte delle convocazioni: Zavattiero non c’è, causa impegni lavorativi, al suo posto il 2005 Mucolli; tornano nei dodici a referto, invece, Giovanni Bassi, finalmente uscito dalla quarantena, e Cozzi, tornato abile dopo l’infortunio alla caviglia occorso contro Vigonza.

Nulla di nuovo sotto il sole, anzi, sotto le lampade dell’Einaudi, ad inizio partita. Le mani dei giocatori ricordano quelle di una squadra di minatori Siberiani ed infatti per 3 minuti abbondanti il punteggio rimane ancorato ad un avvilente zero a zero. Ci pensa capitan Ricchiuti a rompere il ghiaccio, con un’abbinata palla rubata e conseguente coast-to-coast, che ci regala i primi punti della partita; da quel momento i nostri cominciano a carburare, pur con la consueta prudenza, mentre i padroni di casa restano al palo, producendosi in una generosa serie di tiri sbagliati e palle perse. Ne scaturisce un primo quarto nettamente favorevole ai nostri colori, nel quale la buona vena di Bassi e Galligioni, 12 punti segnati complessivamente dai due nel periodo, ci assicura il primo break ed il primo vantaggio in doppia cifra della serata.

A partire dalla seconda frazione di gara la musica, però, cambia un po’, con i Virtussini che sembrano sbloccarsi, pur senza produrre grandi fiammate, per di più agevolati dall’incipiente problema di falli in cui incappa il nostro adorabile, ma incorreggibile Gallo. Trainati dal loro top scorer, il lungo Polin, i padroni di casa affievoliscono dapprima la nostra spinta iniziale e invertono l’inerzia della partita, che a questo punto passa dalla loro parte, preannunciando una seconda metà più equilibrata e combattuta. Nel corso dei quarti centrali, in realtà, i ragazzi guidati dal capitano-allenatore Cam non fanno molto per ricucire lo strappo creato dai nostri nei primi dieci minuti di gioco, ma il fatto stesso che il divario si mantenga sotto i 10 punti (-8 al termine del terzo periodo) mantiene viva la partita e intatte le speranze di un recupero in extremis. Cosa che, puntualmente, come nelle migliori trame Hitchcockiane, si verifica: nell’ultima frazione succede di tutto, dai 21 punti messi a referto dai Virtussini, ad una serie di errori nella metà campo difensiva commessi dai nostri “lunghi”, più volte colti di sorpresa dai passaggi lob in area delle guardie avversarie, all’uscita di Ricchiuti per crampi, che obbliga Zoleo e Bassi a gestire l’amministrazione dei possessi decisivi.

Il finale, per quanto concitato, è, però, una bella conferma per Baraldo e Costantini. Il protagonista che non ti aspetti, ma che partita dopo partita si sta dimostrando sempre più incisivo, Leo Zoleo, mette 7 punti pesanti come un film di Fassbinder negli ultimissimi minuti, pur registrando i suoi primi 2 errori stagionali dalla linea della carità (anche questa una notizia, dato il suo percorso netto nelle prime 5 gare stagionali); sull’altro versante, quello difensivo, Nyaba, che finora ha incontrato parecchie difficoltà nell’adattarsi al gioco della squadra, è protagonista del recupero che chiude, di fatto, la partita, sull’ennesimo lob pass per Polin, catturato a mezz’aria con un balzo felino.

La terza vittoria stagionale e seconda in trasferta, insomma, conferma le cose buone, ma anche quelle meno buone viste recentemente in allenamento. I progressi di alcuni giocatori sono evidenti ed il livello medio del gruppo è più che adeguato al campionato che stiamo disputando, ma la giovane età dei suoi membri testimonia la possibilità e la necessità di crescere, individualmente e collettivamente, attraverso l’allenamento.

Il prossimo impegno, ultimo dell’anno solare 2021, è fissato per martedì 14 dicembre a Fontaniva, in periferia di Cittadella, contro la capolista Belgio Pirates, che incontreremo nella prima giornata di ritorno. In questo periodo di grande tourbillon, c’è da chiedersi con quali e quanti giocatori scenderemo in campo. Lo scopriremo, naturalmente, solo vivendo…

Prua a mare, sempre! Forza Arcella!!


VIRTUS DUOMO: Olivo, Rando 7, Cam [K] n.e., Baschiera Al. 9, Canton 11, Baschiera A., Alberti, Piat 2, Polin 22, Beretta 2, Di Giannantonio n.e.

ARCELLA: Zoleo 9, Mucolli n.e., Ortolani, Bassi G. 8, Ricchiuti [K] 9, Natale n.e., Bortolazzo, Cozzi, Nyaba 6, Galligioni 18, Gallo 7. Capo All.: Baraldo. 1° Ass.: Costantini.

Arbitro: Silvestri di S.Martino di Lupari (PD)

Parziali: 4-14, 13-11 (17-25); 15-15 (32-40), 21-17

T.L.: Virtus Duomo 5/21, Arcella 6/14.
Tiri da 3: Virtus Duomo 4 (Baschiera 2, Rando 1, Canton 1), Arcella 3 (Galligioni 2, Zoleo 1).

Falli di squadra: Virtus Duomo 17, Arcella 19.
Usciti per falli: nessuno.
Falli tecnici: nessuno.
Espulsioni: nessuna.