Primo quarto shock a Verona: contro il Buster la D esce subito dalla gara

  • 6 novembre 2018
  • Federico Agostini
  • 83 Views

Serie D 04/11/18

BUSTER VERONA 74

IN’S MERCATO ARCELLA 42

Seconda trasferta improba di fila per la nostra prima squadra, che a Verona incappa nella sua terza sconfitta consecutiva contro un avversario oggettivamente fuori portata. Alle difficoltà già insite nella partita con il Buster, si sono sommate quelle dovute alla situazione di emergenza nella quale versa al momento il roster: sul parquet di Basso Acquar sono infatti rientrati Ratti e Lorenzo Castiglioni, ma la squadra si è comunque presentata priva di Scabbia, Crescenzio, Barbon e Sessich. Ad ogni modo, le assenze non possono certo giustificare l’approccio alla gara che, per la seconda volta consecutiva, poiché già contro Este il primo quarto era risultato decisivo, si è dimostrato del tutto inadeguato al livello di pallacanestro espresso dai nostri avversari. Se contro il Redentore il parziale d’apertura aveva riportato un inquietante -10, con il Buster ha addirittura superato la soglia del -20, a fronte di una prestazione ben al di sotto delle potenzialità del gruppo sceso in campo nella città Scaligera.

Escludendo Stanflin, encomiabile per continuità e consistenza offensiva e difensiva, ed Alberto Gobbo che, pur non dimostrandosi in serata di grazia, ha ugualmente disputato una gara sufficiente, c’è poco da salvare, in termini prestazionali. Male le guardie, sia sotto il profilo dell’organizzazione di gioco, in considerazione dell’esorbitante numero di palle perse totalizzato, sia a livello realizzativo e difensivo, e maluccio anche le ali, tra le quali salviamo solo Giovanni Gobbo, 2002 al suo debutto in una categoria senior, la cui verve ed il cui agonismo hanno regalato uno dei rari lampi della serata veronese. Poco da dire sull’andamento della gara, che si è decisa nei primi dieci minuti, durante i quali i nostri ragazzi non sono praticamente pervenuti; crediamo che il parziale del primo quarto, 29 a 8, sia piuttosto eloquente, soprattutto se paragonato ai punteggi degli altri quarti, nei quali abbiamo comunque sofferto l’avversario, ma quanto meno ci siamo battuti.

Nonostante quanto scritto sopra e la pochezza della performance collettiva, la partita di Verona potrà comunque essere utile in ottica futura. La reazione offerta dalla squadra nel secondo, terzo e quarto quarto, in condizioni psicologiche difficili a causa della débâcle subita nel primo periodo e delle numerose assenze, deve rappresentare il punto di partenza per preparare in modo adeguato il prossimo impegno agonistico, che ci vedrà opposti al Nuovo Argine Vicenza (palla a due sabato 10 novembre alle 20:00 in palestra Barion). Trattandosi di uno scontro diretto, che per di più giocheremo in casa, non abbiamo alibi: Agostini e compagni dovranno allenarsi al massimo delle loro possibilità e scendere in campo con il coltello tra i denti. Ogni partita è una storia a sé, che inizia il lunedì prima in allenamento e termina al suono della sirena finale, quindi cerchiamo di scriverla nel migliore dei modi.

Prua a mare, sempre! Forza Arcella!!

BUSTER: Selleri 7, Checchini 4, Campolongo 14, Fazioni 6, Barba 2, Geroin 14, Filippini (cap.) 6, Cordioli 2, Zanotto 11, Suarez Diaz 6, Zamberlan 2, Marostica. All.re: Renzi. 1° Ass.: Zorzi.

ARCELLA: Agostini (cap.) 5, Ratti, Quaglia, Castiglioni M., Gobbo G. 4, Pranjic 4, Castiglioni L. 4, Marra, Gallo D., Agyeman 4, Gobbo A. 14, Stanflin 7. All.re: Costantini.

Arbitri: Marchesin M. e Tran M.

Parziali: 29-8, 16-11 (45-19); 13-8 (58-27), 16-15.

Tiri liberi: Buster 7/9, Arcella 2/6.

Tiri da 3: Buster 3 (Geroin 1, Campolongo 1, Selleri 1).

Falli di squadra: Buster 11, Arcella 16.

Falli tecnici: nessuno.

Espulsioni: nessuna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.